28

Gen

2010

17 gennaio 2010: un anno di Misericordia a Solopaca PDF Stampa E-mail

La ricorrenza del primo anniversario dell’inaugurazione della sede, benedizione dell’ambulanza e del contestuale avvio dell’attività di soccorso sanitario con i volontari della neonata Misericordia di Solopaca, ci impone di ricordare l’evento, ma soprattutto di manifestare una grande soddisfazione per il lavoro compiuto in questi primi mesi di vita.
Un gruppo ben motivato di persone (circa una quarantina) di tutte le categorie sociali si cimentano ogni giorno con la novità di un’esperienza ad alto valore sociale ed umano.

Il sodalizio, in così poco tempo, può già vantare: l’esecuzione di oltre un centinaio di trasporti protetti di infermi, lo svolgimento di un corso di formazione BLS (primo soccorso sanitario), il concorso con due squadre di volontari all’emergenza in zona terremotata di Abruzzo, la frequenza a diversi percorsi formativi nel settore organizzativo del volontariato e qualificazione sanitaria. In particolare si segnala la prospettiva di dar vita ad un nucleo di volontari formati al soccorso nell’ambito di competenza della Protezione Civile in coordinamento con le istituzioni locali. A questo fine alcuni volontari stanno seguendo un corso per acquisire la preparazione di base necessaria.
Durante questo primo periodo la Misericordia si è alimentata unicamente con i contributi che i cittadini devolvono al sodalizio come Soci Sostenitori. Attualmente non tutti hanno percepito l’importanza di tali oblazioni in quanto trattasi di rendersi gradualmente consapevoli che una siffatta donazione assicura la continuità di un servizio di grande utilità umana e sociale sul territorio.

I volontari affrontano con serietà, impegno e competenza il compito di soccorritore. Lo sanno coloro i quali hanno già usufruito dei servizi del sodalizio; lo sanno le case di riposo alle quali viene riservato un occhio di riguardo per la tipologia dei soggetti assistiti; lo sanno quei cittadini che hanno potuto godere del servizio anche gratuitamente.
Lo spirito cui si fa riferimento è quello del Buon Samaritano con il quale devono confrontarsi specialmente tutti coloro che, diffidando a priori delle buone iniziative, si arrogano il diritto di rivestire un gratuito quanto ingrato ruolo denigratorio verso i volontari.
La Misericordia di Solopaca, pertanto, conferma tutti i presupposti per guardare fiduciosi ad un futuro di progresso e di affermazione nell’ambito caritativo del volontariato col fermo convincimento che Dio ne renda merito a tutti!

Il Governatore Pasquale Merola

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

RocketTheme Joomla Templates
Copyright © 2009 parrocchiesolopaca.it - Tutti i diritti riservati - sito realizzato da AlmericoTommasiello