09

Dic

2009

Avvento è tempo di vigilanza PDF Stampa E-mail
Domenica 22 novembre si è svolto, presso la residenza delle suore Alcantarine, il secondo incontro diocesano di spiritualità per i responsabili di Azione Cattolica. Tutti gli aderenti e i simpatizzanti dell’Associazione che avvertono la necessità di assaporare “il Tempo” della riflessione e della meditazione per riscoprire la meraviglia del legame tra l’uomo e Dio, possono partecipare all’incontro.  Saranno accolti e guidati dall’assistente diocesano e regionale Don Franco Piazza. È un cammino che si articola in quattro tappe, per sviluppare un percorso aperto alla salvezza di Dio che si realizza nell’oggi e cambia la vita personale e comunitaria. La giornata inizia con l’accoglienza alle 9:30, la recita delle lodi e a seguire la catechesi, la meditazione. L’incontro termina con la celebrazione della Santa Messa.  L’importanza di tenere vivo l’obiettivo (dare un senso alla nostra vita), di chiedere aiuto al Signore perché il nostro cuore non venga trasformato dalle cose, è stato il leitmotiv del primo appuntamento di spiritualità. La frase che ci ha accompagnato in questo primo tempo di riflessione è stata “la soluzione non è in Dio, ma in noi con Dio nel cuore”. Nel secondo incontro abbiamo fatto l’esperienza della stanza interiore ovvero del rientrare in noi stessi per fare chiarezza. Un cammino interiore che, come dice Sant’Agostino, “è un percorso faticoso” non meno di quello esteriore che sperimentiamo ogni giorno nella vita. L’equilibrio interiore che è fonte di luce deve essere supportato dalla preghiera, dalla riflessione ma non può prescindere dall’impegno della volontà. I grandi mistici richiamano la nostra attenzione sul: “Bisogna che tu dia tutto per tutto” e ancora “fa che in te non resti nulla di te”. Dovremmo raggiungere la capacità di svuotarci di noi stessi per non correre il rischio di restare legati troppo al nostro io e impedire ai nostri pensieri di vagare senza ragione. A questo proposito don Franco ha fatto riferimento ad un aneddoto solopachese in cui si racconta che un pastore, mentre si accingeva a prepararsi una sigaretta, la cartina gli sfuggi dalle mani e, trasportata dal vento, la rincorse dalla Madonna del Roseto fino alla Valle di Maddaloni. L’aneddoto serve a farci capire che anche un piccolo pensiero (cartina) può portarci lontano è farci perdere l’orientamento causando non poche conseguenze per l’equilibrio interiore. L’esercizio consiste nel saper ragionare con il cuore perché, come ci dice Paolo, «tutte le cose sono pure per un cuore puro». In questo tempo d’Avvento non lasciamoci sopraffare da inutili tristezze: «Tutto accade al tempo opportuno» (Teofane il Recluso).   Dio e l’uomo creano il tempo opportuno: l’uomo è il luogo in cui si realizza l’incontro con il Tu di Dio. Da questa unione nasce il tempo opportuno. L’Azione Cattolica di Solopaca augura a tutta la comunità un cammino di conversione, un tempo di grazia e la gioia dell’Incontro.
Ringraziamo don Franco Piazza per l’impegno e la cura dell’Associazione e le suore Alcantarine per l’accoglienza e l’ospitalità.
BUON NATALE!!!
 
Angela Tanzillo
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

RocketTheme Joomla Templates
Copyright © 2009 parrocchiesolopaca.it - Tutti i diritti riservati - sito realizzato da AlmericoTommasiello